Sketchbook di Settembre

I miei post sketchbook sono un appuntamento mensile in cui apro le pagine del mio taccuino illustrato e, prendendo spunto da quello che ho disegnato, racconto alcune delle cose che ho fatto o che mi sono successe, che mi hanno ispirato o che mi frullano per la testa. 

Trovi tutti i post sketchbook qui.

Settembre l’ho iniziato davanti all’oceano. Eravamo ancora in viaggio in Portogallo (si era già visto in agosto) e abbiamo camminato sul Percurso dos Sete Vales Suspensos,  tra alte scogliere a picco sull’acqua. Quest’immagine, luminosa e potente, di una quiete selvaggia e a suo modo anche rilassante, non ha niente a che spartire con il caos che è stato il resto del mese, una volta rientrati a casa. Il resto è stato pianificazione, rincorse, ansia, inserimento alla scuola dell’infanzia. 

A Settembre quindi ho:

  • viaggiato tra l’Algarve e la costa vicentina, prima di riconsegnare il van a Lisbona e volare a casa.
  • promesso a Bernardo di disegnargli un tram giallo da appendere nella sua cameretta.
  • mangiato benissimo da Pisco, a Vila do Bispo.
  • praticato pochissimo yoga, infatti non compare tra le pagine di questo mese, l’assenza si nota perchè era stata una costante delle pagine estive. Quando pratico saltuariamente non trovo il senso (e neanche l’ispirazione) per annotare progressi, regressi e piccoli cambiamenti come invece sento quasi il bisogno di fare quando pratico quotidianamente o quasi. Spero di riuscire a riprendere presto.
  • trascorso tre giorni in Alto Adige con gli enotecari di Vinarius. Ho raccontato l’esperienza in questo reportage.
  • comprato un po’ di nuovi colori dei pastelli con cui disegno (i Supracolor di Caran d’Ache). Settembre è pur sempre anche il mese che maggiormente collego agli acquisti di cartoleria, al fare ordine nei materiali (e quindi anche nella testa).
pagine sketchbook settembre paesaggio Algarve